SCOPRIRE E FARE CON CARTA E CARTONE
attività, giochi e iniziative per scuola, bambini, ragazzi
30 Mar 2019 09:50 | Super User
Quarta ed ultima tappa ad Alcamo del tour 2019 di PalaComieco

Giovedì 4 Aprile Comieco, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Alcamo e Energetika [ ... ]

NewsLeggi tutto >>
29 Mar 2019 09:50 | Super User
Si chiude il Mese del Riciclo di Carta e Cartone

La campagna di comieco ha coinvolto più di 50 mila persone
L’evento clou a Genova con l’Albero [ ... ]

NewsLeggi tutto >>
27 Mar 2019 09:50 | Super User
Torna RicicloAperto!

Dal 27 al 29 marzo aperti impianti in tutta Italia per scoprire come, grazie al riciclo, una scatola [ ... ]

NewsLeggi tutto >>
21 Feb 2019 09:50 | Super User
Torna il mese del riciclo di carta e cartone

Marzo 2019: torna il mese dedicato alla carta in collaborazione con la Federazione della carta e della [ ... ]

NewsLeggi tutto >>

 

INSEGNANTI

 

 

Informazioni, documenti, curiosità e giochi per imparare tutto quello che è importante sapere sulla raccolta differenziata e il riciclo dei materiali cellulosici.

 

 

 

 

 

RAGAZZI

 

 

Giochi ma anche notizie e curiosità per essere sempre informati e divertirsi, imparando come funziona il mondo del riciclo di carta e cartone.

 

Quarta ed ultima tappa ad Alcamo del tour 2019 di PalaComieco

Giovedì 4 Aprile Comieco, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Alcamo e Energetika Ambiente, inaugura la quarta ed ultima tappa che chiude il tour 2019 di Palacomieco, la struttura itinerante che ha l’obiettivo di coinvolgere e sensibilizzare scuole e famiglie sui temi del riciclo di carta e cartone e della raccolta differenziata di qualità.

Come nascono carta e cartone? Come si differenziano i rifiuti in modo corretto? A cosa serve la raccolta differenziata che i cittadini fanno? A questa e a molte altre domande risponderà PalaComieco attraverso installazioni interattive e divertenti giochi quiz. 
Tre speciali "scatole di cartone" all'interno delle quali giocare con la raccolta differenziata per imparare, divertendosi, il valore ambientale ed economico di un gesto così semplice e così importante. L'obiettivo è quello di crescere cittadini consapevoli e responsabili, in grado di compiere scelte e comportamenti sempre più sostenibili per il bene della collettività.

Il Palacomieco di Alcamo si inserisce nel progetto didattico regionale “DIFFERENZIAMOCI” e conclude il tour partito nella seconda edizione del “MESE DEL RICICLO DI CARTA E CARTONE”, una campagna nazionale ricca di iniziative culturali, appuntamenti educativi e incontri informativi per spiegare agli Italiani il valore e le potenzialità di carta e cartone e del loro riciclo.

Il mese del riciclo di carta e cartone e quindi l’intero tour di Palacomieco è organizzato da Comieco - Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica - in collaborazione con Federazione della Carta e della Grafica, Assocarta, Assografici e Unirima e con il patrocinio di Anci, Progetto Economia Circolare di Confindustria, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero dello Sviluppo Economico e Regione Siciliana.


Palacomieco è ad ingresso libero ed osserva i seguenti orari: 
- giovedì 4 e venerdì 5: 8.30/13.00 - 14.30/19.00
- sabato 6 e domenica 7: 9.00/13.00 – 14.00/19.00;
Ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura.

PER LE SCUOLE
Per prenotare la visita con la propria classe invitiamo i Docenti a contattare la
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
tel. 06 809144217/218/219
fax 06 8074414 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  '; document.write(''); document.write(addy_text57176); document.write('<\/a>'); //-->\n Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
In assenza di un collegamento alle piazze con trasporti pubblici, sarà possibile, previa richiesta scritta, usufruire gratuitamente del servizio pullman.

Si chiude il Mese del Riciclo di Carta e Cartone

La campagna di comieco ha coinvolto più di 50 mila persone
L’evento clou a Genova con l’Albero delle parole, l’installazione collettiva che fonde arte, musica e riciclo
 

Cala il sipario sul Mese del riciclo di carta e cartone che ha animato marzo con una serie di iniziative. La campagna, che ha riguardato tutto il territorio nazionale, è stata promossa da Comieco per sensibilizzare i cittadini sul valore e sulle potenzialità del riciclo dei materiali cellulosici, a partire dalle regole per una corretta raccolta differenziata.

Finale in grande stile a Genova sabato 30 marzo: l’artista Marco Nereo Rotelli, con la regia cinematografica di Maurizio Gregorini e sulle note di uno speciale dj set curato da Alessio Bertallot, userà i vecchi giornali buttati dai genovesi per dare vita all’Albero delle parole. Non solo un’installazione artistica, ma un evento “multisensoriale” per mostrare la natura della carta, materiale tanto antico quanto moderno nelle sue capacità di trasformazione e di rigenerazione. Una metafora particolarmente calzante per la città di Genova che, a distanza di mesi dalla tragedia del ponte Morandi, combatte per riaffermare la propria integrità e identità.

Protagonisti di questa seconda edizione del Mese del riciclo di carta e cartone, in particolare, sono stati i più giovani: circa 18 mila studenti delle scuole italiane hanno partecipato a “Riciclo Aperto”, assistendo in diretta alle varie fasi del processo industriale che porta la carta e il cartone buttati nel cassonetto a trasformarsi in nuova materia prima. Sono oltre un centinaio gli impianti tra cartiere, cartotecniche e piattaforme che hanno aderito quest’anno all’iniziativa.

Con il Palacomieco, la struttura itinerante che ha toccato nel mese di marzo quattro città siciliane (Gela, Siracusa, Acireale e Alcamo), è stato possibile avvicinarsi in maniera interattiva ai temi della raccolta differenziata e del riciclo di carta e cartone con filmati e quiz. Più di 80 squadre inoltre si sono rese protagoniste di una speciale caccia al tesoro seguendo il fil rouge della carta e del suo riciclo: si tratta di “Carta al tesoro” che quest’anno ha avuto come sfondo i centri storici di Napoli, Bari e Bologna.

E poi incontri educativi, workshop, convegni e altro ancora: dal Trentino alla Calabria, da Milano a Palermo sono oltre 50 mila gli italiani che sono stati coinvolti attivamente da questa campagna. Un risultato che rappresenta una conferma dei già positivi dati che l’Italia fa registrare nella raccolta differenziata di carta e cartone (oltre 3,3 milioni di tonnellate di materiale raccolto nel 2018). E anche una speranza in più per un futuro sempre più all’insegna della sostenibilità e dell’economia circolare.

Torna RicicloAperto!

Dal 27 al 29 marzo aperti impianti in tutta Italia per scoprire come, grazie al riciclo, una scatola torna in vita in meno di due settimane.

Nell’ambito della seconda edizione del Mese del Riciclo di Carta e Cartone, il 27, 28 e 29 marzo torna l’appuntamento con RicicloAperto il “porte aperte” nazionale dell’intera filiera del riciclo di carta e cartone.
Cosa succede a giornali, scatole, sacchetti, imballaggi di carta e cartone che buttiamo nel cassonetto della raccolta differenziata? Come vengono riciclati e riportati a nuova vita?

RicicloAperto risponderà a tutte le domande e permetterà di toccare con mano la filiera del riciclo di carta e cartone. La manifestazione, dedicata a studenti e cittadini, è finalizzata ad aumentare la sensibilizzazione sui temi della raccolta differenziata e del riciclo di questi materiali.

Dai suoi esordi, l’iniziativa ha già coinvolto oltre 200.000 persone e rappresenta un grande momento divulgativo, di educazione ambientale e di valorizzazione dell’intera filiera del riciclo: chi produce (cartiere e importatori di carte e cartoni per imballaggio), chi trasforma (cartotecniche, fabbricanti, trasformatori ed importatori di imballaggi vuoti a base di fibre di cellulosa) e chi recupera (piattaforme di selezione) la carta e il cartone provenienti dalle raccolte differenziate, per consentirne il successivo avvio a riciclo. 

Negli oltre 100 impianti aderenti sarà, infatti, possibile assistere a tutte le fasi del ciclo del riciclo di carta e cartone, dalla selezione del macero in piattaforma al riciclo in cartiera, fino alla trasformazione in nuovi prodotti nelle cartotecniche. Un vero e proprio modello di economia circolare quello del riciclo di carta e cartone, che fa sì che uno scatolone usato da rifiuto diventi un nuovo prodotto in soli 14 giorni e che un foglio di giornale torni in vita dopo solo una settimana.

Il Mese del Riciclo di Carta e Cartone è promosso da Comieco in collaborazione con Federazione Carta e Grafica, Assocarta, Assografici e Unirima e con il patrocinio di ANCI e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Prenotazione obbligatoria
Per informazioni e prenotazioni è attiva l’apposita segreteria organizzativa:
Tel. 06 809144/217-218-219
Email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Torna il mese del riciclo di carta e cartone

Marzo 2019: torna il mese dedicato alla carta in collaborazione con la Federazione della carta e della grafica, Assocarta, Assografici e Unirima, con il patrocinio di ANCI e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Un calendario ricco di eventi, iniziative e incontri informativi in tutta Italia, per raccontare il valore e le potenzialità del riciclo con il coinvolgimento diretto dei cittadini chiamati a dare i loro suggerimenti per una raccolta differenziata migliore


Siamo veramente consapevoli del valore di un gesto semplice come la raccolta differenziata? Che fine fanno la carta e il cartone che separiamo dagli altri rifiuti? Quali sono i passaggi che portano uno scarto a trasformarsi in un prodotto completamente nuovo? 

Di questo e di molto altro si parlerà durante tutto il mese di marzo, che grazie a Comieco tornerà ad essere il Mese del Riciclo di Carta e Cartone: un contenitore di iniziative rivolto a tutti - cittadini, scuole, media, istituzioni, associazioni e aziende – che vuole far emergere l’importanza della raccolta differenziata e il ruolo della carta come esempio emblematico di circolarità. Già, perché il processo del riciclo coinvolge numerosi attori, non ultimo il cittadino che rappresenta l’anello fondamentale di una catena virtuosa. E a guadagnarci non è solo l’ambiente. Quello dell’economia circolare in Italia infatti è un settore che vale 88 miliardi di euro e impiega 575mila lavoratori.

Particolare attenzione sarà dedicata al tema della qualità della raccolta differenziata di carta e cartone, un fattore rilevante per rendere ancora più efficiente il ciclo del riciclo. E in occasione del Mese del Riciclo di Carta e Cartone saranno i cittadini stessi a rendersi protagonisti con un concorso volto proprio a migliorare la raccolta sul territorio. Per partecipare basta inviare proposte, idee, suggerimenti a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. : in palio un weekend per due persone in costiera amalfitana.

La campagna, che anche quest’anno gode della collaborazione della Federazione della carta e della graficaAssocartaAssografici e Unirima e il patrocinio di Anci, di Confindustria e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, proporrà un ricco calendario di eventi e incontri educativi. 
Come le quattro tappe in Sicilia di Palacomieco, la struttura itinerante che racconta in maniera interattiva le fasi del riciclo della carta, e i tre appuntamenti con Carta al Tesoro (a Napoli, Bari e Bologna), in cui le regole del corretto riciclo diventano gli indizi per trovare il tesoro. Carta, arte e musica si fondono nell’iniziativa “L’albero delle parole”, che coinvolgerà la cittadinanza di Genova e culminerà con un’installazione collettiva dell’artista Marco Nereo Rotelli e un’esibizione del dj Alessio Bertallot. Di innovazione del settore cartario si parlerà durante il convegno ospitato dal Ministero dello Sviluppo Economico a Roma. Il mese del Riciclo di Carta e Cartone si concluderà poi con la 18° edizione di Riciclo Aperto, il porte aperte della filiera cartaria, che si svolgerà dal 27 al 29 marzo in tutta Italia.

Per consultare il programma clicca qui

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva



The real-life fairytale locations that inspired Disney's Frozen and Up revealed Disney animations tend to be the stuff of dreams and fairytales but at their core is always a touch of reality, whether it be in the moral of the story or the trials and triumphs of the characters that we can all relate to. For the animators and designers charged with bringing these wonderful worlds to digital life, real-life inspiration comes in many forms from historic castles to pristine and unique natural landscapes. And many of them, as seen below, are waiting for you to pay them a visit. pre bonded hairThe Hotel de Glace on the outskirts of Quebec City in Canada provided the inspiration for Elsa's Ice Palace in Disney's Frozen Queen Elsa of Arendelle, voiced by Broadway star Idina Menzel in the film; and the ornate 36-room Hotel de Glace which is rebuilt monthly FROZEN HOTEL DE GLACE, QUEBEC, CANADA

Do you want to build an ice castle... every month? That's what the 60-strong building team at Quebec City's Hotel de Glace have to do to keep their unique accommodation running. The magic of Disney means Queen Elsa of Arendelle, from the enormously successful feature film Frozen, means such a fate doesn't befall her beautiful structure. Frozen's director Chris Buck and the animators took inspiration from the hotel for the fairytale Frozen castle and to gain an understanding of how ice works, with Buck himself staying there as part of a research trip five years prior to the movie's release. The animated ice palace from Disney's Frozen is clearly unrestricted by unforgiving nature of ice but still looks remarkably real Princess Anna marvels at Elsa's castle in the film which is based on Hans Christian Andersen's fairy tale The Snow Queen TANGLED MONT SAINT-MICHEL, NORMANDY, FRANCE remy hair extensionsFor the updated version of the story of Rapunzel, Disney used the fortified island village and castle of Mont Saint-Michel in Normandy, France, as inspiration for its castle. In the film, apparently the most expensive animation of all time, the towers and Italian Romanesque style abbey were transformed to be the rather elaborate home of Rapunzel's parents from which the heroine is taken. While the film adds more homes to an island that is actually inhabited only by 40 people in real life, the resemblance is uncanny. Visitors can walk to the real one at low tide and take the bridge at high tide - a feature that's made it tricky to invade throughout history. Disney used the fortified island village and castle of Mont Saint-Michel in Normandy, France, as inspiration for Rapunzel's castle The towers and Italian Romanesque style abbey were transformed to be the rather elaborate home of Rapunzel's parents from which the heroine is taken THE JUNGLE BOOK

INDIA Rudyard Kipling's tale of young boy Mowgli being raised in the jungle by wolves with friends Bagheera the panther and Baloo the bear also co-stars the Indian jungle. While the sub-continent is hugely renowned for its cities that are a sensory explosion, its wilderness is similarly impressive with about 45 wildlife sanctuaries and 100 national parks that you can visit as part of tours. The dense jungle largely inspired the scenes depicted by Kipling and famously given the Disney animated film treatment in 1967 with iconic songs such as Bare Necessities. Friendly bear Baloo is based on the sloth bear found on the Indian Subcontinent, which is mostly black even though Baloo is said to be brown and actually looks grey. His name is based on the Hindi word Bhalu, which stands for several species of bear. Just as the big guy defends Mowgli from nasty tiger Shere Khan, it's not unheard of for a sloth bear to take on a big cat - as out image below shows - to defend its cubs. perruques cheveux naturelsRudyard Kipling's The Jungle Book is set in the Indian jungle which includes 45 wildlife sanctuaries and 100 national parks Baloo's character is based on the mostly black sloth bear (left) species which is found on the Indian subcontinent Just as Baloo defends his honorary man cub Mowgli from Shere Khan, sloth bears will stand up to a real-life tiger if they have to THE EMPEROR'S NEW GROOVE MACHU PICCHU, PERU Emperor and llama Kusco's empire is a fanciful version of real life ruins known as Machu Picchu, one of the world's most famous and revered sites. They made no secret of it, with the Incan settlement built around 1450 being found in the region of Cusco, Peru, about 8,000 feet above sea level in the Andes. While it's easy to get up there by train from Cuzco city in about 90 minutes , many chose to hike over four or five days (and unless truly commitment, catch the train back down). The mountains and Incan ruins of Machu Picchu in Peru were the inspiration for The Emperor's New Groove The film starring the voices of David Spade and John Goodman centres around the emperor Kuzco, named after the area's surroundings UP

ANGEL'S FALLS, VENEZUELA Old man Carl Fredricksen's South American destination, Paradise Falls, in this delightful action-adventure is primarily based on Angel Falls in Venezuela's Canaima National Park. A flight, by hot air balloon if you like, is required to get from Puerto Ordaz or Ciudad Bolivar to Canaima camp, which is the launching off point for a range of river trips to the base of the falls. Not wonder it was such a palaver for Carl and young Wilderness Explorer Russell. The spectacular falls falls drop 979metres and can be seen from 200m away via a lookout that's about a 90-minute hike from the base. A popular part of the hikes is jump off rock ledges at the falls. The target destination for Carl Fredricksen in Up, Paradise Falls, is primarily based on Angel Falls in Venezuela's Canaima National Park Mr Fredriksen and his Wilderness Explorer pal Russell (left) in the brilliant action adventure animation and the fictional Paradise Falls FINDING NEMO THE GREAT BARRIER REEF, AUSTRALIA perruques cheveux Finding Nemo is Marlin the clown fish's journey from the Great Barrier Reef, a World Heritage Site in the Coral Sea off Queensland, to Sydney. The reef, one of the seven natural wonders of the world, are made up of 2,900 individual reefs, 900 islands across across 344,400 square km and should be seen to be believed and enjoyed before they're gone. The adorable fish in water comedy-adventure finding Nemo begins in the Great Barrier Reef but the wildlife starkly resembles reality Marlin's adventure from the reef to Sydney, away from the safety of the sea anemones (real version right), was a worldwide blockbuster BEAUTY AND THE BEAST

CHATEAU DE CHAMBORD, LOIRE VALLEY, FRANCE The Renaissance-style Chateau de Chambord in France's Loire Valley was the basis for The Beast's palace in this classic Disney film. The building was constructed by King Francis I of France, and although never finished remains a hugely recognisable landmark that can be visited by the public. While the presentation of the place comes in the form of royal historical tours, the likeness to the film's various famous settings is uncanny. Renaissance-style Chateau de Chambord in the Loire Valley in France (left) was the basis for The Beast's palace in this classic Disney film The building was constructed by King Francis I of France, and although never finished remains a hugely popular tourist destination INTO THE WOODS WINDSOR GREAT PARK, ENGLAND The pine forest of Windsor Great Park features prominently in Into The Woods, which was mostly filmed in London's Shepperton Studios with scenes also shot at Dover Castle, Waverley Abbey and Richmond Park. Windsor Great Park's artificial waterfall provided the perfect backdrop for the duet Agony while Byfleet Manor in Surrey was Cinderella's home. The ancient pine forest of Windsor Great Park outside London features prominently in the feature film Into The Woods The pine trees of Great Windsor Park look beautiful in autumn and proved a perfect backdrop for the dark live action fairytale THE LION KING THE SERENGETI, KENYA lace front wigs From the dramatic expanse of the grasslands to the animals themselves, Kenya's Serengeti plays a prominent role in one of Disney's greatest triumphs. Plants such as the distinctive Acacia trees along with other flora and fauna helped bring the film to life, albeit with trademark cartoon touches. Baboon Rafiki speaks with Simba on 'Pride Rock' in The Lion King (left) while a mother and lion cub sit in a remarkably simlar location SLEEPING BEAUTY NEUSCHWANSTEIN CASTLE, GERMANY Bavaria's Neuschwanstein Castle has become so much more than Sleeping Beauty's castle, it is now the symbol of Disney itself along with a common thread in the company's biggest theme parks. In real life, it's a 19th century-built structure on a hill in southwest Bavaria that was originally commissioned to be a retreat for Ludwig II. Its remote location saved it from two world wars and the castle can now be visited by members of the public. Bavaria's Neuschwanstein Castle has become so much more than Sleeping Beauty's castle, it is now the symbol of Disney itself along with a common thread in the company's biggest theme parks BRAVE

EILEAN DONAN CASTLE, SCOTLAND Scotland should be in the credits among the star voices Kelly Macdonald, Billy Connolly and Emma Thompson - it plays that big a part. In places it offers inspiration, in others it provides a total carbon print for a part of the animated set. This is the case for the Eilean Donan Castle in the Highlands. Brave tells the tale of a rebellious young Scottish girl named Merida (voiced by Macdonald) and prominently features the colours and contours of the country. Eilean Donan Castle in the Scottish Highlands formed the basis of the castle in Brave, the story of rebellious young Scottish girl Merida Brave prominently features the colours and contours of Scotland along with the distinctive voices of Kelly Macdonald and Billy Connolly ALADDIN TAJ MAHAL, INDIA Unmistakable Indian landmark the Taj Mahal may be a tomb but there's nothing morbid about Aladdin, the film which decided it would provide the perfect basis for the title character's elaborate home. The real structure was built by Mughal emperor Shah Jahan in tribute to his third wife, Mumtaz Mahal, and was finished in 1648. While Aladdin was regarded part of a period dubbed Disney's Renaissance, the Taj Mahal is one of the Seven Wonders of the World. The Taj Mahal, finished in 1648 by Mughal emperor Shah Jahan in tribute to his third wife, Mumtaz Mahal, was the basis for Aladdin's castle RATATOUILLE THE FRENCH LAUNDRY, CALIFORNIA cosplay wigs While Ratatouille is of course primarily set on the streets of Paris, the restaurant Auguste Gusteau's is based mostly on three Michelin-starred The French Laundry, Thomas Keller's Napa Valley icon where a fixed priced tasting menu costs US$295 (£187). The film, while also being the heartwarming tale of a rat who loved to cook controlling a hapless human, it has also been acclaimed for its attention to detail when it came to the culinary elements. Thomas Keller's three Michelin-starred restaurant The French Laundry was the inspiration for Ratatouille's Auguste Gusteau's Ratatouille is based around the adventures of Remy the rat (left), a brilliant chef, and his hapless friend Linguini (right)